Lampade da tavolo: utilità o bellezza?

Non c’è una ricetta semplice e sicura quando si parla di lampade da tavolo: ecco perché.

joyo_lightcolors_verde

Scegliere una lampada da tavolo deve rispondere a due criteri: il primo criterio è estetico e il secondo è relativo alla funzionalità. Il criterio estetico può essere soddisfatto in molti modi con il design: basta che una lampada si sposi con lo stile adottato in una determinata stanza e il design fa in effetti il resto. Per quanto riguarda la funzionalità, è tutto un altro paio di maniche.

Se fosse la funzionalità di una lampada da tavolo il nostro solo e unico criterio per la scelta, accadrebbe che opteremmo sempre e comunque per lampade che siano multitasking. Invece non è così, anzi, gran parte delle lampade che ognuno di noi tiene in casa sono una lampada e basta, niente accessori aggiuntivi. Per quale ragione accade?

Quando si parla di lampade da tavolo, infatti, si deve scandagliare il concetto di funzionalità. La funzionalità di una lampada da tavolo non rappresenta solo la luce che la lampada può dare, ma anche, per esempio, l’occupazione di un determinato spazzo all’interno di una stanza. Cui si aggiungono l'”arredamento” di una scrivania e di un comodino.

Per cui non c’è una lampada da tavolo perfetta, ma solo una lampada da tavolo in cui estetica e funzionalità si compenetrano completamente anche in base al nostro gusto personale.